Cosa serve per realizzare un blog

cosa serve per realizzare un blog

Secondo alcuni dati statistici, pare che in Italia ci siano online almeno 500 mila blog: un valore enorme che potrebbe demoralizzare chiunque abbia l’idea di aprirne uno. In realtà, devi sapere che molti di questi sono inattivi e solo una piccola percentuale è davvero influente.

Se hai intenzione di aprirne uno, con pazienza e impegno riuscirai a raggiungere il successo sperato. In questa breve guida ti spieghiamo cosa serve per realizzare un blog.

Cos’è un blog e quali sono i suoi vantaggi

Partiamo subito dalle basi, per chiarire ogni dubbio: un blog non è come un sito! In sostanza, si tratta di una sorta di diario virtuale dove periodicamente vengono pubblicati contenuti di varia natura, che siano recensioni oppure esperienze personali, con un approccio piuttosto amichevole, spesso riferendosi al lettore dando del “tu”; i siti invece, oltre ad utilizzare un linguaggio più formale, sono strutturati in maniera diversa a seconda della società a cui appartengono.

Sono molte le ragioni che possono spingere ad aprire un blog e una, per esempio, potrebbe essere la semplice condivisione di argomenti interessanti con la volontà di discuterne con altri utenti.

Molto spesso si tratta di un potente strumento di marketing per attirare maggior clientela al proprio brand, approfondendo contenuti sul tema, rispondendo ad eventuali dubbi della clientela o presentando la merce in vendita. In questo modo si crea anche una relazione più “umana” con i clienti stessi.

O ancora, il blog può essere utilizzato per guadagnare online, attraverso monetizzazione o contenuti visibili previo abbonamento.

Cosa serve per realizzare un blog

Ora che hai capito quali sono le potenzialità di questo strumento virtuale, ti sarai convinto a crearne uno tutto tuo, ma non sai da dove cominciare. Non ti preoccupare, perché non è un’operazione difficile, anche se stai partendo da zero: ciò che è importante è avere ben chiaro cosa serve per realizzare un blog.

Un’idea da cui partire

Sembrerà banale, ma il primo passo è proprio quello di creare un progetto che sia legato al blog, un argomento da cui partire e un approccio che si distingua dalla massa. Questo perché, come abbiamo già accennato, il mercato è pieno di blog: solo su WordPress si contano ogni mese oltre 70 milioni di nuovi post! Ciò non significa che non avrai speranza, ma che bisogna distinguersi dalla massa differenziando i propri contenuti, offrendo quel quid in più che gli altri non hanno ancora.

Da questo punto, potrai poi scegliere il target a cui indirizzarti e adeguarti di conseguenza: chi desideri che legga il tuo blog?

Una piattaforma per pubblicare

Il tuo progetto è pronto, ma hai bisogno di uno spazio per condividerlo. Chiaramente, le piattaforme sono un elemento imprescindibile per realizzare un blog e nel web ce ne sono un’infinità, alcune gratis, altre a pagamento (in questo forse è meglio parlare di hosting e trovi i migliori in questa lista), in quanto all’interno del pacchetto potrebbero offrire strumenti di ottimizzazione SEO per aiutarti a migliorare il posizionamento nei motori di ricerca.

Una delle più diffuse è sicuramente WordPress, che offre la possibilità di creare un blog gratuitamente ed eventualmente incrementare le funzioni attraverso l’acquisto di pacchetti di servizi.

Se non sei molto pratico non devi preoccuparti, perché generalmente si tratta di procedure guidate che constano in pochi e semplici passaggi: in meno di mezz’ora il tuo blog sarà già online.

Un dominio

Il dominio è l’indirizzo che si riferisce in modo permanente al tuo blog e ti consigliamo di scegliere il nome con cura quando avvii la procedura di registrazione: potrai sempre cambiarlo, certo, ma ciò comporterà una riduzione della visibilità nei motori di ricerca, oltre che l’annullamento di tutti i collegamenti legati al vecchio dominio. Senza contare che chiunque potrà registrarsi con l’indirizzo inattivo.

In generale, l’estensione più utilizzata è .com e per questa ragione viene consigliata.

Inoltre, la registrazione del dominio a volte richiede un costo e può essere effettuata in due modi: attraverso un sito che si occupa di questo oppure scegliendo l’host web, ovvero il sito che ospita il tuo stesso blog.

Un piano editoriale

Cosa serve per realizzare un blog? Naturalmente anche un piano editoriale, ovvero un calendario che ti consenta di organizzare i contenuti, i post da pubblicare, gli argomenti da condividere.

Non si tratta solo di una questione di ordine, ma anche di avere una linea guida con uno scopo, che ti consenta di risolvere eventuali problematiche lungo il percorso.

Inoltre, ti permette di pianificare i contenuti, che potranno essere pubblicati periodicamente, alimentando sempre l’interesse del tuo target.

Ricorda, se il blog viene trascurato, potrà essere facilmente dimenticato.

 © Copyright 2022 4x3pubblicitadinamica.com - Mappa del sito