Come creare una squeeze page? Ecco i segreti per farla convertire

squeeze page per convertire

Come creare una squeeze page? In questa guida base vedremo le varie fasi da attuare step by step.

Una Squeeze Page, o “lead capture page” come viene spesso chiamata, è una pagina di atterraggio progettata per incuriosire gli utenti e, soprattutto, per ottenere i loro dati di contatto attraverso l’offerta di qualcosa di valore in cambio.

Negli ultimi anni i dati sono diventati più preziosi dell’oro. Ma non puoi ottenere i dati del tuo target di riferimento senza un processo di acquisizione ben strutturato.

Cos’è una squeeze page? La tua arma segreta

Una squeeze page è una pagina web indipendente, distinta dal vostro sito web principale, il cui scopo è quello di catturare informazioni sui potenziali clienti attraverso l’uso di un modulo. 

Le squeeze page più efficaci sono progettate con un’attenzione particolare alla conversione, il che significa che ogni elemento della pagina deve essere orientato a indurre l’utente a compilare il modulo.

I moduli di cattura dei lead possono variare nella loro complessità, ma in genere richiedono informazioni di contatto di base come nome, indirizzo e-mail e qualche volta anche il numero di telefono.

In cambio di queste informazioni di contatto, agli utenti viene solitamente offerto qualcosa di valore, come un ebook, un mini-corso o altri contenuti digitali.

Come creare una squeeze page efficace

Creare una squeeze page efficace e che CATTURI DAVVERO l’attenzione di chi ci atterra sopra non è così scontato. Bisogna studiare ogni dettaglio e progettare a tavolino ogni minimo dettaglio.. 

Vediamo ora le 7 fasi da seguire.

Prima fase: stabilisci il target

Questa è una delle fasi più importanti e può determinare il successo e il flop totale del tuo lavoro. 

come attirare il tuo target in una pagina cattura contattiTi faccio un esempio concreto. Immagina un uomo che deve andare a pesca. La prima cosa che fa è stabilire quale tipo di pesce vuole pescare. Esca, amo, tipo di canna da pesca, orario in cui è più probabile trovare la preda e molte altre cose vanno stabilite in base al pesce (target) perché i pesci non sono tutti uguali.

L’attrezzatura e l’esca che usi per prendere una triglia non può essere la stessa che usi per pescare un tonno, vero?

Seconda fase: stabilisci un chiaro obiettivo

Prima di iniziare a progettare la tua squeeze page, è importante definire il tuo obiettivo con una precisione chirurgica.

Cosa vuoi ottenere esattamente con la tua pagina cattura contatti? Stai cercando di ottenere iscrizioni alla newsletter? Quanti contatti vuoi generare? 

Seconda fase: la semplicità vince sempre

Quando si tratta di squeeze page, bisogna essere semplici e non inserire troppe informazioni o troppi elementi di distrazione.

L’obiettivo di una squeeze page è quello di spingere gli utenti a compilare il modulo di richiesta.

Meno distrazioni ci sono, più è probabile che gli utenti compilino il modulo. 

Mantieni quindi il design della tua pagina pulito e semplice, concentrati sulla chiamata all’azione.

Terza fase: utilizzare un titolo che attiri l’attenzione

Il titolo è uno degli elementi più importanti della tua squeeze page, perché è quello che cattura per primo l’attenzione dell’utente. 

Deve essere chiaro, conciso e rispondere direttamente alle esigenze dell’utente. Ad esempio, se stai offrendo un e-book gratuito su Come fare soldi online, la tua headline potrebbe essere qualcosa del tipo: “Scarica il nostro e-book gratuito e impara a fare soldi online!”

Quarta fase: copy persuasivo

Il testo della squeeze page dovrebbe essere breve e andare dritto al punto.

Non cercare di vendere all’utente il tuo prodotto o servizio, ma spiegagli cosa otterrà compilando il modulo. 

Utilizzare un linguaggio persuasivo, come “gratis”, “accesso immediato” e “solo per un periodo limitato”

Quinto passo: includere un forte invito all’azione (call to action)

L’invito all’azione è uno degli elementi più importanti della tua squeeze page. Deve essere chiara, concisa e rispondere direttamente alle esigenze dell’utente. Ad esempio, se stai offrendo un e-Book gratuito su come fare soldi online, la tua headline potrebbe essere qualcosa del tipo: “Scarica il nostro eBook gratuito e impara a fare soldi online!”

Sesto passo: creare un senso di urgenza

Uno dei modi più efficaci per indurre gli utenti a compilare un modulo è creare un senso di urgenza. In questa fase trovo molto utile usare alcune leve della persuasione come la “leva della scarsità”.

senso di urgenza in persuasione

Usare frasi del tipo: “solo per un periodo limitato” o “fino a esaurimento scorte” crea un senso di urgenza e gli utenti saranno spinti ad agire subito, piuttosto che aspettare e vedere cosa succede.

Settimo passo: usa immagini accattivanti

Oltre al testo persuasivo, ti consiglio di utilizzare anche immagini  persuasive per convincere gli utenti a compilare il modulo. 

Le immagini utilizzate devono essere pertinenti all’offerta e contribuire a trasmettere il messaggio della pagina. 

Cosa ti serve per creare una squeeze page

Abbiamo visto in questa guida la strategia e gli step da seguire ma ora passiamo al pratico.  Cosa serve esattamente per creare una squeeze page?

Un lead magnete

Si tratta di un “regalo” che si offre in cambio delle informazioni di contatto dell’utente. Può essere un ebook, un mini-corso o qualsiasi altra cosa di valore.

leads magnet

Un form di registrazione

Il modulo di richiesta è il modo in cui raccogliere le informazioni di contatto dell’utente. Dovrebbe essere breve e semplice, con solo i campi necessari, come il nome e l’indirizzo e-mail.

Qui devi fare alcune valutazioni: 

Un form di contatto con solo il nome e la mail ti permette di raccogliere probabilmente più contatti ma meno qualificati e profilati. 

form di contatto per una squeeze page

Un form di contatto dove, oltre al nome e all’indirizzo email, raccogli anche il numero di telefono o altri dati ti permette di qualificare e profilare maggiormente il lead. 

Otterrai forse meno lead ma senz’altro molto più interessati.

Un programma per email marketing

Una volta raccolto il contatto bisogna salvarlo in un database per poter continuare a comunicare con lui. Esistono molti software online e autorisponditori che ti permettono di creare delle vere e proprie campagne di email marketing differenziate. Eccone alcuni:

  • Mailchimp;
  • Active Campaign;
  • Getresponse;
  • Aweber:
  • Sendinblue.

e altre piattaforme.

Un CMS come WordPress

WordPress è un CMS per creare siti web e grazie all’uso di template grafici o builder puoi creare le tue squeeze page e landing page. 

Alcune piattaforme di email marketing ti permettono di creare in modo semplice le tue squeeze page.

Una pagina di ringraziamento (thank you page)

Dopo che l’utente ha compilato il modulo di richiesta, viene reindirizzato a una pagina di ringraziamento. È qui che si può consegnare il lead magnet promesso. In questa pagina si possono anche includere offerte aggiuntive o call-to-action.

Monitoraggio e analisi

Per monitorare il rendimento della tua squeeze page dovrai anche inserire il codice di Google Analytics (attualmente GS4) e il pixel di Facebook.

Quando sponsorizzerai la tua squeeze page con le Google Ads o con le Facebook Ads grazie a questi codici potrai misurare il risultato e capire quante persone hanno visitato la squeeze page, quante provengono dalle Google Ads o da Facebook e quante persone hanno lasciato i dati.

 © Copyright 2022 4x3pubblicitadinamica.com - Mappa del sito